martedì 2 giugno 2015

Foto del mese di maggio dal mio profilo Instagram

Anche il mese di maggio, veloce come un lampo, è finito e siamo già a giugno, l'aria si è scaldata e io comincio ad avere voglia di pranzi a base di gelato e giornate in spiaggia. Prima di fuggire su una spiaggia, però, vi racconto il meglio del mese di maggio, con le foto (inedite sul blog) prese dal mio profilo Instagram.

Chi ben comincia...





La colazione, si sa, è il pasto più importante di tutta la giornata, così, quando ho abbastanza tempo mi coccolo un po'. La mia coccola preferita è lo yogurt greco con frutta e miele. Amo questa combinazione, perchè mi ricorda un viaggio a Cefalonia e Itaca. Giorni stupendi, a maggio, senza la calca dei turisti estivi, senza il vociare ininterrotto dei vacanzieri, con solo il rumore del mare. Fare colazione con lo yogurt e la frutta mi riporta a quei momenti e alle chiacchiere in albergo con una coppia di anziani signori inglesi innamorati de Il Commissario Montalbano. 

Marmellata di fragole



Restando sul tema cibo, il bello della tarda primavera e dell'estate è la varietà smisurata di frutta che possiamo trovare. Così succede che a fine estate mi ritrovo casa invasa dalle marmellate più disparate: da quella di fragole di mia mamma, a quella di prugne selvatiche di mia zia, passando per quella di mele generosamente fornite da un albero di mio nonno, fino a quella di fichi d'India della suocera. Non mi faccio mancare nulla. Eppure l'unica che io veramente adoro è quella di more. Non una qualsiasi, ma quella di mia zia (non la stessa della marmellata di prugne). Per fortuna sono nata in Puglia e la frutta non manca!

Sistemi di sopravvivenza



Io viaggio, quando è possibile, in aereo. Odio stare seduta per troppo tempo in treno o in pullman. Preferisco l'aereo! Resisto ai viaggi in macchina, ma ho una lunga esperienza di mal d'auto che mi tiene lontana da questo mezzo di trasporto. Io preferisco l'aereo! Succede, però, di non poter prendere l'aereo e optare per il treno pensando che 4 ore e mezza passano in fretta se si è armati del giusto kit di sopravvivenza. Quale? Ovvio: gomitoli e uncinetto!

Le tempere



Maggio è stato un mese caratterizzato da tubetti di colore e pennelli. Dagli acrilici alle normali tempere, ho utilizzato di tutto, riscoprendo la mia attrazione per la pittura. Ovviamente, non la classica pittura su tela, ma su altri supporti. Quello che amo di più è il legno. In passato ho dipinto di tutto, dalle stampelle per gli abiti alle mollette per i panni, fino alle sedie della cucina di mia nonna. Direi che è il momento giusto per rivoluzionare lo studio/craft room di casa mia: ho del legno da dipingere!

Mille papaveri rossi



Dei papaveri ne ho già parlato, quindi non mi dilungherò ancora sulla mia passione per questi fiori. Ci tenevo, però, a mostrare questo disegno, realizzato a mano libera con gli acquerelli. Ogni volta che lo guardo mi ritrovo a cantare La canzone di Piero di De Andrè e a pensare ai campi di grano della mia terra: "dormi sepolto in un campo di grano, non è la rosa non è il tulipano che ti fan veglia dall'ombra dei fossi, ma son mille papaveri rossi". 

Come è stato il tuo mese di maggio?
A presto,
Fusilla Creativa

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Lascia un commento, sarò molto felice di leggerlo e risponderti :D

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails