martedì 3 febbraio 2015

Il meglio di gennaio dal mio profilo Instagram

Wow...si è già concluso gennaio! Il tempo passa troppo velocemente quando si hanno mille progetti per la testa e solo 24h al giorno. Quasi non mi sembra possibile essere già al 3 febbraio. Solo ieri era il 3 gennaio, stava cominciando il 2015 e programmavo il primo mese dell'anno. Però, si sa, programmazione o meno, gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo, pronti a rendere un po' più movimentata la vita. Come è stato il vostro gennaio? Filato tutto liscio? Oppure siete incappati in qualche simpatico e per niente prevedibile accidente?
Volete sapere come è stato il mio? Bene, allora eccovi il mio "il meglio di...gennaio" da mio profilo Instagram, ovvero le foto che non avete visto sul blog.

Toglietemi tutto, ma non il mio...pane!




Sono nata ad Altamura, in Puglia, e quasi certamente, almeno una volta, vi sarà capitato di vedere da qualche parte il Pane di Altamura o di sentirne parlare. Per gli altamurani il Pane non è solo un prodotto tipico di cui andare fieri, ma è un vero e proprio elemento costitutivo del nostro DNA. In tanti anni da "fuori sede" la frase che mi sono sentita dire più spesso è stata: "Sei di Altamura, voi avete il pane buono, una volta me lo porti?". Si avete letto bene, solitamente, subito dopo aver appreso la mia origine altamurana, il mio interlocutore, senza mezzi termini, mi chiede del pane, provocando in me sempre la stessa reazione: un sorriso (intanto nella mia testa penso: "come se ogni volta che vado via dalla mia città il Comune mi fornisce un tot di pagnotte da distribuire a destra e a manca!"). Insomma, non me ne vogliate, ma, per quanto sia fiera del mio Pane, non è facile andare in giro per l'Italia con chili di pagnotte da regalare al primo che incontro. Comunque, se vi dovesse capitare tra le mani del vero Pane di Altamura e non riusciste a consumarlo fresco, potete ripiegare su la "Cialledda" altamurana versione invernale
In una pentola fate bollire dell'acqua (come se doveste cuocere della pasta) con sedano, cipolla, pomodori, patate, sale e se volete potete aggiungere altri odori come il prezzemolo o della verdura come le cime di rapa. Intanto tagliate il pane raffermo a fette e disponetelo in piatti fondi (come nella foto). Quando patate e verdure saranno cotti, togliete l'acqua dal fuoco e con un mestolo versatela, insieme a tutti gli ingredienti, sul pane, in modo che il pane si inzuppi totalmente. Condite con un filo di olio a crudo e mangiate.
Cosa c'entra tutto questo con Gennaio? Semplicemente la "cialledda" è il piatto per eccellenza della stagione invernale ed è stata l'ultima cosa che ho mangiato in Puglia prima di tornare a Roma all'inizio del mese, subito dopo le vacanze di Natale

Evviva le vitamine



L'inverno, si sa, non è una stagione molto varia dal punto di vista della frutta. Rispetto all'estate abbiamo a disposizione meno scelta e per lo più si tratta di agrumi. Nonostante la mia avversione per il freddo, sono una vera amante di agrumi e frutta arancione in generale e appena posso faccio colazione o merenda con la frutta, come nel caso di questa foto. Gennaio è stato un mese caratterizzato dagli agrumi, anche sotto forma di infuso e poi, diciamolo, vengono così bene in foto! Adoro la palette di questa foto, i toni naturali del legno, l'arancio e le varie sfumature di blu. E voi siete pro o contro gli agrumi?

Se la vita ti regala limoni...



Come vi dicevo, gennaio è stato un mese dal profumo e dal sapore agrumato. Non mi sono fatta mancare nulla, neanche l'uso dei limoni a scopo terapeutico. Spero che non succeda anche a voi, ma nel caso sappiate che se siete colti da una cistite potete correre ai ripari con un litro e mezzo di acqua e limone (1 limone per 1,5l di acqua) da bere velocemente. Per me i limoni in foto sono stati una salvezza, oltre che un bel soggetto da fotografare. Ancora una volta agrumi, legno e tonalità dell'azzurro. Una palette che adoro!

Un limone al giorno...



Concludiamo questa carrellata agli agrumi con la crostata al limone associata ad un infuso di bergamotto e bacche di Goji. Ve lo avevo detto che il tema portante del mese di gennaio sono stati gli agrumi e non scherzavo. Almeno ho cambiato palette: verde, fucsia e legno. Un'associazione di colori che mi scalda e mi ispira giornate a lavorare all'uncinetto e a mangiare dolci...mi ispira, ma non sempre riesco a realizzare questi miei momenti di ispirazione e relax! 

Citazioni da condividere



Per concludere, a gennaio non solo ho mangiato e sorseggiato agrumi, ma ho anche cominciato una nuova interessante lettura: Semina come un artista di Austin Kleon. Oltre a essere un libro ricco di ottimi suggerimenti, è anche pieno di citazioni che fanno riflettere e ispirano. Proprio come quella in foto che ho scelto di condividere perchè riflette una realtà di cui sono fortemente convinta, cioè che la condivisione delle proprie idee e del proprio lavoro sia un bene e un momento di crescita, soprattutto grazie alle persone che, in diversi modi, riesci ad incontrare grazie a questa scelta di condivisione.

E il vostro mese di gennaio come è stato? Spero ricco come il mio e, magari, con meno acqua e limone da bere!
A presto,
Fusilla Creativa

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Lascia un commento, sarò molto felice di leggerlo e risponderti :D

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails