venerdì 27 febbraio 2015

Idea per decorare riciclando vecchi libri: silhouette acquerello

Alcuni progetti nascono da esigenze specifiche, per esempio organizzare le mie collane o aggiungere un tocco di colore ad un angolo di casa. Altri, invece, nascono perchè, in piena notte, mi viene voglia di dipingere con gli acquerelli. Si, avete letto bene, in piena notte! Più o meno, è andata così: mi ero appena messa a letto, avevo fatto tardi lavorando ad un post, ma quando ho appoggiato la testa sul cuscino tutta la stanchezza è svanita e mi sono ritrovata a desiderare di dipingere, disegnare e colorare. Una persona normale avrebbe pensato "domani provo a ritagliarmi 5 minuti per giocare con i colori" e si sarebbe messa a dormire con animo sereno. Io che sono una "maniaca creativa", invece di dormire ho iniziato ad elaborare un nuovo progetto da proporvi qui sul blog. Siete curiose di sapere che cosa ha partorito la mia mente? Un'idea semplice da realizzare, che richiede pochi materiali e poco tempo. Qualcosa da poter fare anche con dei bambini.


L'idea iniziale era quella di creare una decorazione veloce, un disegno facile da riprodurre, niente di troppo complicato, cercando di riciclare pagine di vecchi libri. Volevo soddisfare questa mia voglia creativa, ma non avevo ben chiaro che tipo di soggetto realizzare. Così, dopo una ricerca tra carte da decoupage mai utilizzate e vecchie riviste, mi sono innamorata della sagoma nera di una farfalla. Insolito per me che amo più i colori accesi e vivi. Perciò, armata di foglio di carta, forbici, pennello e pastello nero acquerellabile, ho cominciato a fare delle prove, il cui risultato lo vedete nelle foto: una farfalla a pois!


Cosa occorre

  • sagoma in cartoncino del soggetto che preferite;
  • matita;
  • pastelli acquerellabili:
  • pagine di libro.

Procedimento

Partite dal tipo di soggetto, deve essere semplice, una forma piuttosto lineare e riconoscibile, come la mia farfalla o la sagoma di un coniglietto, di una teiera o di un altro oggetto che vi piace. Io ho creato la mia partendo da un disegno trovato su una carta per decoupage. Se a casa non avete niente, potete cercare delle "free printable silhouette" online e stampare quella che preferite. Riproducete la vostra sagoma su un cartoncino, aiutandovi con una matita. Poi, dopo aver ritagliato la vostra sagoma, ricalcatela su una pagina di un vecchio libro usando un pastello acquerellabile di colore nero. Colorate l'intero soggetto con il pastello acquerellabile nero. Passate un pennello bagnato sul pastello, così da ottenere l'effetto acquerello. Fate asciugare bene.
Avete realizzato la vostra silhouette acquerello da incorniciare. Io ho completato la mia farfalla con dei pois lilla fatti con un pennarello Uniposca (in alternativa potete usare del colore a tempera).



Come vedete dalla foto qui sopra, ho fatto più prove, anche con del colore. L'effetto è sempre molto carino, anche se, per questa volta, preferisco il nero abbinato ai pois chiari. Questo è, secondo me, un romantico progetto perfetto per chi vuole creare delle decorazioni facilmente removibili per la stanza di una bambina o di una adolescente. Infatti, le farfalle nella foto qui sopra, dopo averle ritagliate, le ho applicate alla parete con del washi tape (posizionato sul retro), così da non lasciare segni sul muro.
Allora che ve ne pare? Divertente vero? Ovviamente non mi sono fermata alle farfalle, ma ve lo racconto un'altra volta.
A presto,
Fusilla Creativa

mercoledì 25 febbraio 2015

Il lavoro della costumista: Milena Canonero e l'ispirazione

L'ho raccontato già altre volte, da piccola sognavo di fare la stilista. Penso si tratti di desiderio piuttosto comune tra le mie coetanee cresciute giocando con Gira la moda. I tessuti mi affascinano, sono attratta da colori, trame e stampe. Come ogni aspirante stilista che si rispetti ho sognato di realizzare delle mie collezioni e di vederle sfilare sulle passerelle di Parigi, Milano e New York. Anche un altro mestiere, sempre legato ad abiti e tessuti, mi ha sempre affascinata, quello del costumista cinematografico. Così, vista la recente vittoria agli Oscar 2015 di Milena Canonero per i costumi di The Grand Budapest Hotel di Wes Anderson (ve ne consiglio la visione), ho pensato di fare una breve ricerca per scoprire come nascono le idee e dove trova ispirazione una donna ricca di creatività come la Canonero.

venerdì 20 febbraio 2015

Terrarium fai da te: il bosco incantato #tutorial

Qualche giorno fa la Mamma dell'Uomo di Casa, alias la Suocera, mi ha mandato un messaggio su Whatsapp per dirmi che su Casa Facile c'era l'idea perfetta per far crescere le piante in casa mia, notoriamente avversa ad ogni essere vivente (nulla sopravvive!): cioè un terrarium! Dato che avevo già comprato la suddetta rivista e avevo anche intravisto questo articolo, mi sono informata meglio sull'occorrente per avviare un terrarium o giardino sotto vetro. L'idea mi è sembrata carina e applicabile, ma richiede quei soliti 10 minuti per acquistare tutto l'occorrente, così, in attesa di trovare questi fantomatici 10 minuti, ho pensato di realizzare un micro giardino destinato a sopravvivere a qualsiasi avversità. Come? Semplice armata di uncinetto, lana e cotone!

martedì 17 febbraio 2015

Vita da blogger: Donatella e la Fusilla Creativa

Complice l’esercitazione finale del BlogLab2, oggi vi racconto la mia vita da blogger, il mio personale punto di vista e la mia esperienza in proposito.
In realtà, qualche volta, tra un tutorial e l’altro, mi è già capitato di parlarvi del lavoro che c’è dietro il mio blog e del disordine che impera in casa mia. Perché, ad essere sincera, una delle poche cose che ho imparato in questi anni è che essere una blogger non è affatto facile come si potrebbe immaginare.

domenica 15 febbraio 2015

Perchè amo Casa Facile

Prima di iniziare la mia vita a due con l'Uomo di Casa non ero una lettrice di riviste di interni, anzi, a dirla tutta, ogni volta che entravo in edicola mi chiedevo chi leggesse riviste dedicate a case di altre persone. Per me era un mistero! Poi, un giorno, aspettando in aeroporto la partenza del mio volo, in piena fase "quale cucina acquistare per la nuova casa?", mi sono imbattuta in Casa Facile. Ho sfogliato la rivista perplessa e prevenuta e, sorpresa!, non solo ho scoperto che mi piaceva sbirciare nelle case altrui, ma che tra quelle pagine si celavano idee da copiare, suggerimenti e ispirazioni che andavano ben al di là della scelta di un letto o di un armadio.
Sono passati 5 anni da allora e io continuo a leggere Casa Facile. Mi posso definire una Casa Facile Addicted e, oggi, seppure quasi allo scadere, vi regalo questo post con il quale partecipo al concorso "Diventa blogger CF Style!" indetto da Casa Facile per cercare una blogger che collabori con la rivista. Ci ho pensato e ripensato, mi sono detta "ma ti pare che scelgono proprio me!?!", però vale la pena affrontare questa avventura e raccontarvi perchè amo Casa Facile!


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails