venerdì 15 maggio 2015

Libri per creative: wish list

Il mese scorso ho parlato della mia passione per il "fatto a mano" italiano mostrandovi la mia wish list, questo mese, invece, sempre con una lista dei desideri, ti voglio parlare del mio amore incondizionato per i libri. Leggo tanto, da sempre. Sono una amante della carta, dell'odore dei libri nuovi, della bellissima sensazione che si prova nel prendere in mano un libro e sapere che sarà per sempre tuo. Ultimamente, poi, ho sviluppato anche un'attrazione per gli ebook. Insomma, datemi qualcosa da sfogliare e io sono felice.
Per questa wish list ho individuato sei libri che stimolano la creatività, ma anche l'intraprendenza, caratteristiche delle due case editrici italiane che hanno pubblicato alcuni dei libri che ho scelto: Zandegù e Logos.

Chi ha paura del business plan, di Francesca Marano


Fonte: Zandegù

Il 5 giugno seguirò il workshop Guadagna bene con la tua attività creativa, organizzato dalla C+B Academy. Durante il workshop avrò modo di ascoltare la Digital Doula Francesca Marano, una delle fondatrici del sito C+B. Sono molto curiosa, entusiasta e anche un po' preoccupata perchè io e i numeri non siamo mai stati grandi amici. Proprio per questo, potrebbe essere utile cominciare a studiare, partendo dall'ebook di Francesca Marano. Lo scopo di tutto ciò (e anche del libro che segue) è quello di prepararmi per una nuova avventura che rimando da troppo tempo. Intanto metto questo libro tra quelli da leggere!

Tutto fa branding, di Gioia Gottini


Fonte: Zandegù

Come dice il suo sito, anzi giardino, Gioia Gottini è una coltivatrice di successi, di talenti al femminile. Insomma, la persona giusta se stai cercando di fiorire. Esattamente quello che vorrei fare io: trovare il modo giusto per raccontare agli altri me stessa e la mia idea di creatività. Pronta a trasformarmi da crisalide a farfalla, metto anche questo ebook nella mia lista di libri da studiare. Per la serie: non si finisce mai di imparare! 

Coloring is a form of happiness, di Helen Dardik e Carolyn Gavin



Non si può sempre studiare. Qualche volta bisogna staccare e rilassarsi, magari colorando le bellissime illustrazioni di Helen Dardik e Carolyn Gavin. Ho visto le prime immagini di questo libro sui profili Instagram delle due artiste e me ne sono subito innamorata. Il libro giusto da regalare e da regalarsi, perchè colorare è una forma di felicità e tutti abbiamo diritto ad essere felici.

20 modi per disegnare un albero, di Eloise Renouf


Fonte: Logos

Di questa bellissima serie di libri, editi da Logos, ne ho già parlato in altri post. C'è un libro per imparare a disegnare gatti e uno per imparare a disegnare abiti, ma anche farfalle e fragole. Per completare la mia collezione mancano gli elementi buffi, gli alberi e le biciclette. Se vuoi scegliere quello più adatto a te, scorri la lista di libri che trovi sul sito dell'editore e sono sicura che ti verrà un'irrefrenabile voglia di impugnare una matita.

Decorare con i fiori, di Holly Becker e Leslie Shewring

Fonte: Logos

Per la serie cose che si scoprono a 30 anni: è bello avere fiori in casa. Non sono mai stata una grande amante dei fiori, forse perchè non ho il "pollice verde". A casa mia le piante non sopravvivono a lungo, così ho sempre evitato di torturarle tenendole nel mio appartamento. Poi sono arrivati Pinterest, i blog e le riviste di arredamento, e ho cominciato a covare un insospettabile desiderio di fiori colorati dentro casa. In questo bellissimo libro potrai trovare tante idee da copiare e a cui ispirarti. Una vera e propria invasione colorata guidata da Holly Becker autrice del blog decor8.

Happy home, di Charlotte Hedeman Guéniau

Fonte: Logos

Come quello precedente, anche questo libro è ricco di colori e idee a cui ispirarsi. L'ho inserito nella mia wish list non tanto perchè io stia sviluppando un particolare interesse per l'arredamento, quanto perchè mi piace avere a portata di mano un libro da sfogliare e ri-sfogliare alla ricerca della scintilla, dell'idea giusta quando le idee sono confuse o mancano. Se ti piace la linea Rice, se hai un'amica che gioca con i colori e le fantasie, se sei alla ricerca di un'esplosione colorata questo è il libro che fa per te (e per me).

Ti è piaciuta questa mia wish list?
Hai libri da suggerirmi?

A presto,
Fusilla Creativa

mercoledì 13 maggio 2015

Stecchini "fuoco d'artificio" fai da te

Qualche giorno fa ho acquistato delle forbici multilama, di quelle che, in cucina, servono a spezzettare velocemente gli odori. Io, però, le ho comprate non per usarle in cucina, ma per i miei momenti "creativi". Così, curiosa di provarle, ho realizzato delle decorazioni in carta velina, ideali per una festa in giardino o per un aperitivo.
Mi sono fatta ispirare dai classici stecchini da cocktail, quelli a fuoco d'artificio. Ho creato una mia versione con carta velina, acquerelli e washi tape.


Occorrente

  • Carta velina bianca
  • Acquerelli e pennelli
  • Stecchini in legno per spiedini
  • Washi tape
  • Forbice multilama

Per creare questi simpatici pom pom in carta velina bisogna, innanzitutto, colorare la carta con gli acquerelli. Io ho utilizzato la solita tecnica, semplici macchie di colore casuali una accanto all'altra, senza uno schema. Dopo aver fatto asciugare la velina (i tempi sono rapidi) ho tagliato delle strisce alte circa 10 cm e lunghe circa 50 cm che ho ripiegato a metà.


Con la forbice multilama ho fatto dei tagli in verticale per creare una frangia (come nella foto), lasciando 1cm circa di carta. Ho arrotolato la parte di carta non tagliata intorno allo stecchino e fissato tutto con il washi tape.


Creare queste decorazioni è stato molto divertente e mi ha permesso di riciclare la carta velina che avevo trovato nelle confezioni delle camicie nuove dell'Uomo di Casa.
Ho fatto varie prove di colore, provando anche l'effetto pois (il pom pom centrale nella foto sopra.)
Adesso non mi resta che organizzare un cocktail party per sfoggiare i miei "firework sticks".
Ti piace questa idea?

A presto,
Fusilla Creativa

venerdì 8 maggio 2015

Porta orecchini color verde menta #diy

Da molti mesi mi ripeto che è arrivato il momento di sistemare i miei orecchini, di trovare una soluzione per tenerli in ordine e tutti a portata di mano. Dopo vari ripensamenti sul sistema da adottare, ho deciso di creare, da sola, un espositore di orecchini e spille
Vuoi sapere cosa ho usato?
  • Un portaposate (acquistato tempo fa da Ikea)
  • Tessuto in juta
  • Gommapiuma
  • Vernice acrilica
Con pochissimi euro e in davvero poco tempo ho creato un semplice espositore da appendere a parete nella mia camera da letto.


Come colore ho scelto un verde menta che si adatta bene alla camera da letto e alle decorazioni con i washi tape che avevo fatto tempo fa. Il colore originale è molto più scuro e l'ho utilizzato solo per colorare l'interno del portaposate, per dare profondità. Il colore esterno l'ho ottenuto mischiando l'acrilico (comprato da Tiger) verde menta scuro con vernice acrilica di colore bianco. Ho rifinito tutto con flatting trasparente.


Come supporto per gli orecchini ho utilizzato della gommapiuma (quella che si usa per i cuscini) che ho tagliato e coperto con del tessuto leggero in juta. Con questa soluzione posso agganciare gli orecchini con la monachella al tessuto e inserire quelli con il perno nella gommapiuma. 
Per appendere il mio porta orecchini a parete ho posizionato, sul retro del portaposate, dei ganci per quadri.

E tu come tieni in ordine i tuoi orecchini?
Buon fine settimana,
Fusilla Creativa

martedì 5 maggio 2015

5 film per la festa della mamma

Tra pochi giorni, per la Festa della Mamma, celebreremo le nostre mamme con fiori, dolci e tanti altri regali. Io, per questa occasione, propongo di festeggiare con film e pop corn, motivo per cui ho preparato una lista di 5 film che hanno per protagoniste delle mamme che, a modo loro, sono "creative".
(non è una classifica)

Elastigirl - Gli incredibili (Usa - 2004) (scheda del film). Helen Parr si allunga, si piega, si assottiglia e attorciglia. Ha 32 anni ed evidentemente non le serve fare Pilates per combattere il mal di schiena (a me si) e riesce ad essere una "normale" supereroina. Insomma, senza nulla togliere agli autori della Pixar, è praticamente una donna qualunque con le capacità di una qualsiasi donna. Nota a margine: la tutina le sta "da paura!". Per mamme elastiche!

Fonte: Nano Press

venerdì 1 maggio 2015

Il meglio di aprile: foto da Instagram

Buon Primo Maggio a tutte voi! A te che oggi ti sei svegliata all'alba per una scampagnata e a te che, invece, hai deciso di approfittare della giornata di riposo per goderti la tranquillità di casa o a te che corri sempre, tra il lavoro (precario o no) e la famiglia. Buon Primo Maggio a tutte voi che passate di qua, godetevi questa giornata e il mio riassunto del mese di aprile.
Come ogni mese, ecco il mio "meglio di..." fatto di foto prese dal mio profilo Instagram.

Pesce d'Aprile



Niente scherzi, ma tanta voglia di disegnare per iniziare un mese che attendo sempre piena di aspettative, perchè è il mese del mio compleanno, perchè è già cominciata la primavera e l'aria comincia pian piano a scaldarsi, perchè la natura esplode di colori bellissimi e a me viene voglia di andare al parco, sfidando pseudo allergie e pollini invadenti. Questo è il mio mese d'aprile.
In questa foto vedete due dei miei acquisti più recenti: gli acquerelli (Tiger) e i pennarelli Sharpie

Fiori freschi



I fiori freschi hanno la capacità di colorare e riempire una stanza, regalano energia, sembra quasi di portare un raggio di sole dentro casa, anche se fuori piove. Per questi motivi, ma anche perchè volevo farmi un regalo, il giorno del mio compleanno mi sono fermata dal fioraio al mercato e ho comprato dei fiori. La cosa più bella di questo acquisto è stata la velina a pois usata per incartare i fiori. Non ho potuto fare a meno di sorridere e pensare che quel particolare rendeva tutto perfetto, perchè io amo i pois e amo anche la palette di colori involontariamente creata dal fioraio: grigio, bianco, fucsia e lilla.

Fragole a merenda



Senza ombra di dubbio aprile è stato il mese delle fragole, da mangiare e da disegnare. Ne ho parlato a lungo in un post dedicato alle fragole in cui ho presentato alcune idee ispirate proprio da questo frutto. Ho raccontato di frullati e acquerelli, come quello in questa foto. Nel post potete vedere l'originale da cui ho poi ricavato questo puzzle scomposto, un modo divertente per giocare con la frutta, i colori e le ispirazioni.

Lo smalto sulle unghie



Chi mi segue su Instagram lo sa, lo ha notato, io amo lo smalto. Mi piacciono i colori insoliti, da sempre. Ricordo che ai tempi del liceo ne mettevo spesso uno grigio scuro (provocando orrore e sconcerto nel preside) e la mia famiglia, conoscendo questa mia passione, non si lasciava sfuggire l'occasione di regalarmi i colori più assurdi. Anche oggi, che di anni ne ho 32, continuo ad indossare colori poco classici, niente rosso signora perbene. Datemi un bel verde o un color salmone e io sarò contenta e indecisa su quale scegliere, al punto da indossarli tutti contemporaneamente.

Il giardino segreto



Ci sono giorni in cui hai bisogno di svuotare il cervello, di non pensare al mondo intorno a te e di concentrarti su qualcosa che non sia il lavoro o la casa da pulire. In quei momenti non c'è niente di meglio che colorare. Non parlo di disegnare e poi colorare, ma aprire un libro pieno di bellissimi disegni in bianco e nero e riempirli di colore. Un libro perfetto è Il giardino segreto di Johanna Basford. Questo libro mi è stato regalato, per il mio compleanno, da un'amica speciale, di quelle che ti conoscono bene! Grazie Sara.

Con questo suggerimento a tema creatività si conclude la mia rassegna sul mese di aprile.
Ancora buon Primo Maggio a tutte.
A presto,
Fusilla Creativa

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails